Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione nell’esercizio 2019

Il bilancio preventivo per l’anno 2019 è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 26 marzo 2019.

Da ottobre 2018 il Consiglio di Amministrazione ha visto l’insediamento di tre nuovi componenti e oggi risulta così composto: Presidente Luca Beatrice, Vicepresidente Teresa Skurzak, Consiglieri Alfredo Boni, Marco Liore e Franca Vallino.

Il Consiglio di Amministrazione ha avviato un percorso di definizione delle nuove strategie di intervento a sostegno dello sviluppo culturale e sociale a beneficio del territorio di Ivrea, del Canavese e della sua comunità di riferimento. La Fondazione intende proporsi come partner che può partecipare attivamente, insieme agli Enti e alle Istituzioni a diverso titolo interessati, alla realizzazione di progetti strategici, mettendo a disposizione competenze, relazioni istituzionali e risorse economiche.

La Fondazione prosegue l’analisi e la revisione della gestione del patrimonio mobiliare, avviate negli anni precedenti, in ragione del continuo mutamento dello scenario economico finanziario nazionale e internazionale. In questo quadro sono stati diversificati i rapporti con gli Istituti Bancari di riferimento.

Il saldo della gestione finanziaria (a) 2018 è previsto in 199.000 Euro. I proventi finanziari sono stati stimati come segue:

  • Per i titoli a tasso fisso, gli interessi attivi sono stati calcolati considerando la cedola costante degli stessi;
  • Per i titoli a tasso variabile, gli interessi attivi sono stati calcolati assumendo cedole costanti per tutto il 2019, sulla base dei valori assunti dai parametri di riferimento delle stesse cedole nel corso del 2018;
  • Per i fondi comuni di investimento e le SICAV, prudenzialmente, non è stato calcolato alcun dividendo per i prossimi mesi.

I costi di funzionamento (c) sono stimati in 110.500 Euro: il Consiglio di Amministrazione, per far fronte alle proprie esigenze organizzative, ha assunto la decisione di incrementare nuovamente, dal 01.02.2019, a 32 ore settimanali l’orario della Segreteria Generale, dal 01.01.2019 unica risorsa della struttura operativa; il Consiglio ha ritenuto di voler valutare in corso d’anno se e come aumentare le risorse umane. È stata inoltre prudenzialmente aumentata la voce di costo relativa alle attività di consulenza legale, amministrativa e fiscale perché l’Ente intende avvalersi di competenze che siano in grado di accompagnarlo nel percorso di revisione delle proprie strategie di intervento e che gli consentano di allinearsi alla normativa di riferimento, anche questa caratterizzata da una continua evoluzione.

Il Consiglio di Amministrazione, per rispondere alle proprie esigenze organizzative e a quelle dell’Amministrazione Comunale, ha ritenuto di dover destinare risorse economiche per la locazione di uffici che possano anche accogliere le sedute del Consiglio di Amministrazione, riunioni interne e che fungano da luogo di rappresentanza.

Il risultato operativo dell’esercizio 2019 (d) è previsto in 88.500 Euro.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato in accordo con la Città di Ivrea, il passaggio di competenza dell’attività erogativa svolta a sostegno delle attività culturali e formative sino ad oggi in capo alla Fondazione: per questa ragione per l’anno 2019 sono stati stanziati 150.000 euro, di questi 114.000 euro saranno erogati alla Città di Ivrea per la gestione diretta delle risorse; 36.000 euro sono stati impegnati per richieste di contributo pervenute prima della sospensione dell’attività erogativa della Fondazione.

Il Consiglio di Amministrazione nell’ambito della revisione delle proprie linee strategiche e del proprio ruolo sopra enunciati, ha inoltre concordato con la Città di Ivrea, in seguito alla scadenza della convenzione per la gestione del Museo P.A. Garda, di innovare la propria modalità di intervento, sostenendo economicamente con un contributo annuale lo sviluppo della sua proposta culturale e allo stesso tempo contribuendo attivamente alla sua definizione. In questo quadro sono stati impegnati 167.500 euro.

Per quel che riguarda il prestigioso riconoscimento rappresentato dall’iscrizione nella Lista del Patrimonio dell’Umanità, la Fondazione intende garantire la continuità del proprio sostegno in qualità di partner dell’Amministrazione con modalità che potranno essere definite in corso d’anno: in questo contesto è stato previsto un primo stanziamento di 25.000 euro per le attività che l’Amministrazione realizzerà entro il primo semestre con particolare riferimento alla Cerimonia per l’apposizione della targa UNESCO.

Il Consiglio intende inoltre garantire la sua disponibilità per dialogare e farsi parte attiva insieme all’Amministrazione Comunale nello sviluppo delle progettualità che riguardano la Biblioteca Civica Costantino Nigra.

Nell’ambito della riconfigurazione delle strategie della Fondazione che prevedono un ruolo attivo nella costruzione di progetti strategici e di relazioni istituzionali e partnerariati funzionali allo sviluppo degli stessi, acquisisce una funzione fondamentale la comunicazione istituzionale, attività utile anche per la restituzione dei risultati e per il coinvolgimento della propria comunità di riferimento.

Il Consiglio di Amministrazione ha avviato le verifiche di fattibilità per il restauro dell’immobile della Sig.ra Lucia Guelpa, ora di proprietà della Fondazione, riconoscendone il valore simbolico oltre che economico e intendendo, se possibile, mettere nuovamente il bene a disposizione della Comunità Eporediese. La voce Progetti e attività finanziate nell’esercizio include per ora uno stanziamento di 5.000 euro per la manutenzione ordinaria dell’immobile; gli eventuali costi di manutenzione straordinaria del bene saranno portati ad incremento del valore patrimoniale dello stesso.

Il Consiglio di Amministrazione ha confermato la volontà, già espressa nel 2018, di contribuire al restauro della Tomba della munifica benefattrice la Sig.ra Lucia Guelpa, attività per la quale è stata prevista una spesa di 15.000 euro, importo che include anche gli oneri per la cura ordinaria con addobbi floreali.

Il fabbisogno complessivo per i progetti e le attività da finanziare nell’esercizio 2019 (g) ammonta a 367.500 Euro, la cui copertura è garantita dal risultato operativo dell’esercizio (d) e dall’utilizzo del fondo destinato (e) in anni precedenti per la realizzazione degli stessi.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione

Luca Beatrice                                                                                                     

Ivrea, 26 marzo 2019